spirulina in gravidanza

La Spirulina è uno dei pochi elementi naturali completi a livello nutrizionale che tende ad essere consigliata – previa alcune controindicazioni da non sottovalutare – anche alle donne in gravidanza ed in periodo di allattamento.

L’alga spirulina è infatti ricchissima di nutrienti e micronutrienti. Contiene, poi, una quantità elevatissima di sali minerali e di oligoelementi, quali ferro, magnesio, calcio e fosforo, tutti allo stesso modo di fondamentale importanza per il nostro organismo.

Si può, dunque, dire che si tratta dell’integratore naturale “per eccellenza” e per tal motivo la spirulina in gravidanza ed allattamento è generalmente consentita.

Consigliamo comunque di consultare sempre il proprio medico di fiducia e, soprattutto, di non abusare nel dosaggio previsto dalla posologia di riferimento.

Perché assumere la Spirulina in gravidanza

Studi scientifici hanno dimostrato che la spirulina è in grado di aumentare innanzitutto la fertilità delle donne, grazie alla presenza dello zinco in esso contenuta il quale nutre il sistema endocrino, nervoso ed immunitario del nostro organismo.

Non sai a quale integratore affidarti ?

Scopri Spirulina Plus, il nostro integratore preferito !

Nello specifico, l’alto contenuto di elementi antiossidanti presenti nell’alga spirulina, mirano a protegge ed a supportare il nostro organismo dai danni che generalmente possono essere provocati dai radicali liberi, incluso il sistema riproduttivo e le ghiandole che riproducono gli ormoni.

Se assunta in gravidanza, sembrerebbe proteggere i bambini dall’esposizione al cadmio, un tipo di minerale i cui effetti risulterebbero essere alquanto tossici per il nostro organismo, e che potrebbero oltretutto andare ad intaccare pesantemente lo sviluppo e la crescita del feto.

L’azione del cadmio viene tenuta a bada dallo zinco anche se, questo particolare tipo di minerale, tende ad essere molto presente in alcuni alimenti raffinati quali la farina, lo zucchero bianco ed il riso, persino quello biologico.

L’importanza dell’alga spirulina durante il periodo dell’allattamento

Questo particolare tipo di alga aiuta a preservare il feto dal rischio di eventuali malformazioni e disturbi derivanti da carenze nutrizionali e, soprattutto, si rivela essere una preziosa alleata delle mamme, poiché le aiuta durante il periodo dell’allattamento a reintegrare i liquidi e le sostanze nutrienti perse.

Durante l’allattamento si può dunque assumere la spirulina, senza essere dimentichi del fatto che è necessario incrementare la dose gradualmente per i primi 3 o 4 giorni, monitorando sempre lo status del neonato e, soprattutto, controllando che non subisca disturbi che possono essere legati all’assunzione dell’integratore stesso.

Bisogna, però, che tu sia a conoscenza di un’importante premessa: devi sapere che, mentre la spirulina di alta qualità (biologica e naturale, dunque priva di elementi dannosi per il nostro organismo) è stata associata a pochi effetti collaterali, non si può fare lo stesso discorso per quella che, solitamente, si acquista nei negozi di alimenti naturali, economicamente più alla portata di tutti, ma considerata di bassa lega.

Fonti:

  1. https://www.mammapretaporter.it/alimentazione/semi-e-alghe/tutti-i-benefici-dell-alga-spirulina
  2. http://blog.pianetamamma.it/fioridimamma/spirulina/